Politics

Politici, Promesse e Quant’altro


Politici, Promesse e Quant'altro

Caro lettore, in genere i venerdì sono belle giornate per chi come me lavora in ufficio: finalmente arriva il week-end e ci si riposa, possiamo dormire fino a tardi, coi venerdì poi vengono aperitivi, feste, teatro col mio coinquilino, cene persiane, ecc. insomma, di cose belle da fare ce ne sono eccome, quindi la giornata comincia tranquillamente con un sorriso: 🙂

Ma anche questo venerdì qualcuno ha deciso di rovinare la quiete ed aggiungere un pizzico di triste sarcasmo alla mia giornata. Neanche stavolta dirò il nome di questa persona per proteggere la sua incolumità in ufficio visto che lavoriamo insieme, costei si diverte a mandarmi foto del Caimano quando meno me l’aspetto per distogliere la mia concentrazione, poi mi chiedo perché…

Comunque, sí, ho abboccato in pieno e la cosa é seria. Mancano due settimane alle elezioni in Italia, papá non dorme la notte, e dai titoli si capisce l’affanno con cui i candidati promettono di tutto e di più pur di ottenere seguaci; c’é un po’ di tutto diciamo, é una gara a chi la spara più grossa, con tanto di ricette contro la crisi, sí alle unioni gay, e così via.
Partiamo dal più umile: Bersani, lui ha cercato di mantenere una linea più credibile con una riformulazione dell’IMU e la manovra dei pagamenti sui titoli di stato.
Monti. Mario, anche lui promette ritocchi sull’IMU (che parlo per tutti quanti quando dico che é stata una vera supposta), poi la riduzione di Irpef e Irap, e la dismissione di immobili.
Beppe Grillo é stato più diretto invece: promette 1,000 Euro per 3 anni ai cittadini italiani disoccupati. Ma avete fatto il calcolo di quanti disoccupati abbiamo in Italia? E chi poi chi é stato completamente fuori dal mercato del lavoro per anni dove li mettiamo? Ci saranno milioni a fare la fila per l’assegno. Voglia sperare che ci sia un assegno per tutti.
Ma torniamo al personaggio che é spesso protagonista della politica italiana. Silvio.
Silvio promette che creerá 4 milioni di posti di lavoro dicendo “Basta che ogni azienda assuma un giovane ed é fatta”, che non é male come idea se non fosse peró che il problema é la carenza di domanda di lavoro in sé.
Poi la chicca, la restituzione dell’IMU. É allettante come idea, chi non vorrebbe indietro quei 500 e passa Euro spesi l’anno scorso…?
Ma io dico, ma siamo impazziti?! Voi veramente credereste a una fandonia simile?! Ma, vi siete scordati come eravamo prima che arrivasse Monti? Silvio é disperato, non sa come altro fare per attirare gente a se e punta alle cose che fanno più male.
Non cascateci! Non dimenticate una cosa: l’Italia ha bisogno di politici veri, non business men che vendono tutto quello che  faceva dell’Italia un paese unico.

5 comments

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s